NuoviMondiFestival

UN LIBRO ALL’ORA DEL THE (MA CON LA BARBERA)

DOMENICA 27 SETTEMBRE 2020 ORE 17:00 – VALLORIATE (Giardino Berardengo)

Lo scrittore Paolo Gerbaudo dialoga con Nello Fierro della libreria dell’Acciuga di Cuneo

PARTITI DIGITALI

Il Movimento 5 Stelle in Italia, Podemos in Spagna, France Insoumise, in Francia, e i
cosiddetti “partiti pirata” propongono, sulla carte, un nuovo modello di organizzazione
politica e meccanismi finalizzati a realizzare una partecipazione politica di massa e diretta.
Fino a che punto i partiti digitali, che sembrano già avere esaurito parte della loro forza
propulsiva iniziale, hanno effettivamente mantenuto tali promesse? Di che natura è la
democrazia che essi praticano? È davvero migliore di quella dei partiti tradizionali?
L’iper connessione ha cambiato quasi ogni aspetto della nostra quotidianità. La politica
non poteva essere esente. L’Europa è segnata, nell’ultimo decennio, dall'emergere di
movimenti che, grazie alla rete, si sono rapidamente affermati rivoluzionando il modo in
cui reclutano membri, prendono decisioni e mobilitano la propria base.

Attraverso un’inchiesta approfondita e l’incontro con leader e attivisti, Gerbaudo ci dice
che, oltre a guadagnare rapidamente consenso fino ad arrivare in certi casi al governo,
queste formazioni hanno avuto il merito di innovare le pratiche organizzative dei partiti,
coinvolgendo centinaia di migliaia di persone nelle loro attività in rete. Persone spesso
rimaste fino a quel momento ai margini della politica. Sono movimenti partecipativi ma
anche plebiscitari, aperti e democratici, ma anche dominati da iperleader carismatici. I
partiti digitali portano con sé sia grandi potenzialità che, sostiene Gribaudo, seri rischi

NUOVI MONDI FESTIVAL 2020

SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO

PARTNERS & SPONSORS